massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
RACCOLTA DIFFERENZIATA. MASSA SCIVIOLA NELLE CLASSIFICHE

Analisi e proposte dell' Associazione ALTernativa Radicale Massa- Montignoso

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

 

L’Associazione ALTernativa Radicale,

a seguito della pubblicazione sul BURT  del DECRETO 26 settembre 2011, n. 3975 certificato il 27-09-2011 con oggetto “L.R. 25/98 e SMI articoli 15 e 30 bis – Certificazione dell’efficienza della raccolta differenziata dei rifiuti urbani relativa all’anno 2010 finalizzata al pagamentodel tributo in discarica.”

apprende

che per l’anno 2010 l’Agenzia Regionale Recupero Risorse ha riconosciuto e certificato al Comune di Massa una percentuale di efficienza della raccolta differenziata pari al 26,06%.

A livello provinciale, risultiamo essere al 12° posto su 17 comuni, mentre i comuni della zona di costa come Montignoso e Carrara si attestano rispettivamente al 53,21% (primo a livello provinciale) e 31,7% (era 18,50% nel 2007).

Si registra, rispetto alla certificazione dell’anno 2009, un differenza NEGATIVA di oltre 3 punti percentuali (era il 29,30%), nonché il peggiore risultato dal 2000 (era il 23,01%) ad oggi.

Il documento è pubblico e consultabile, previa registrazione, sul sito internet dell’Agenzia Regionale Recupero Risorse (http://www.arrr.it) nella sezione Osservatorio Rifiuti, Certificazione raccolte differenziate, Dati Certificati o Dati Comunali (serie storica dal 1998 al 2010)

Va inoltre evidenziato il mancato raggiungimento degli obietti regionali in termini di certificazione della percentuale di efficienza della raccolta differenziata, che ricordiamo essere:

il 45% entro l’anno 2010 ed il 65% entro il 2012;

con il nostro 26,06%, siamo dunque ben lontani dal raggiungerli

 

Tutto ciò premesso

Ci chiediamo come sia possibile un tale peggioramento, assolutamente non giustificabile con una mancanza di investimenti, che potrebbe aver impedito eventuali progressi, ma non spiega un arretramento di tali proporzioni.

La sperimentazione della raccolta differenziata con metodica porta a porta nella zona di Romagnano, in essere dal dicembre 2008, non ha avuto evidentemente che un effetto minimo, e questo si spiega con la limitatezza della sperimentazione stessa, ma addirittura senza questa, il nostro dato sarebbe ancora peggiore di questo deprimente 26,06%.

 

Crediamo che questi numeri debbano far riflettere seriamente l’Amministrazione Comunale, affinché concentri, finalmente, la propria attenzione sul tema dei rifiuti, che appare ormai centrale per una buona amministrazione della città.

 

L’aspetto economico, rapportato alla particolare condizione in cui versano gli Enti locali, non deve essere in alcun modo trascurato, perché andrà sempre più ad incidere sui capitoli di spesa del bilancio comunale, penalizzando inevitabilmente altri servizi, già sottoposti a pesanti tagli.

Basti pensare all’aumento del costo di trattamento del rifiuto urbano indifferenziato, salito di oltre il 20% dall’agosto di quest’anno, le cui conseguenze economiche sono già applicate.

 

Le proposte

dell’Associazione ALTernativa Radicale sono semplici e concrete.

Innanzitutto avviare quanto prima una campagna di comunicazione e di informazione per sensibilizzare la cittadinanza sul tema dei rifiuti, avvalendosi di strumenti di partecipazione attiva.

Si coglie occasione di menzionare i risultati, seppur limitati ma rincuoranti, del percorso di Bilancio Partecipato al quale questa Amministrazione Comunale sta dedicando impegno e risorse.

Tutto ciò però non può sortire alcun effetto sostanziale, fintanto che non sarà attivata in tutto il comprensorio comunale una raccolta differenziata alternativa alla raccolta stradale, sulla quale stiamo invece “accanendoci” da anni, con i risultati che sono davanti ai nostri occhi.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla raccolta differenziata della frazione organica del rifiuto urbano e all’incentivazione di pratiche di compostaggio domestico, che sicuramente si rivelerebbero utili per far decollare un percorso di buone pratiche sul tema dei rifiuti

 

Concludiamo dicendo che non è pensabile attendere l’ottobre dell’anno prossimo per avere il responso dell’anno in corso, questo trend in netto peggioramento ed in controtendenza rispetto a tutte le altre realtà comunali limitrofe, oltre che ai livelli regionale e nazionale, richiede scelte immediate e di chiara discontinuità con il passato.

 

Urge un chiarimento politico e soprattutto tecnico nelle sedi competenti, affinché il Comune di Massa inizi con consapevolezza ed impegno fattivo un percorso “virtuoso” sul tema dei rifiuti. 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito