massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Tribunale di Massa

Il giudice Giovanni Sgambati dichiara il fallimento di ERREERRE SpA per soli 61.061,08 euro a fronte di crediti verso CERMEC e DELCA pari ad euro 2.620.964. FALLIMENTO PILOTATO?

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Il Giudice Giovanni Sgambati del Tribunale di Massa in data 21.07.2011 premesso: “(I) i ricorsi dei creditori sociali CURTI COSTRUZIONI MECCANICHE SPA, GIESSE SRL, e AQUA SRL; (II) che i crediti azionati da CURTI COSTRUZIONI MECCANICHE SPA e GIESSE SRL risultano essere portati da decreti ingiuntivi opposti, e quindi, non possono ritenersi definitivi; (iii) considerato altresì che il credito azionato da AQUA SRL pari ad euro 61.061,08 è fondato su decreto ingiuntivo non opposto e, come tale, definitivamente accertato. Ritenuto, altresì, che risulta dimostrato il superamento del limite di euro 30.000 stabilito dall’art.15, comma 9 della legge fallimentare, dichiara il fallimento della società ERREERRE SpA”.

Dopo aver riportato testualmente stralcio della sentenza del giudice Giovanni Sgambati vediamo di verificare dai documenti societari in nostro possesso la sussistenza dello stato di insolvenza quale presupposto oggettivo di fallibilità (art. 5 l.fall. R.D. n.267/42). Ai sensi dell’art. 5 c.1 della l.fall. solo l’imprenditore che versa in uno stato di insolvenza può essere dichiarato fallito. Per capire che cosa si debba intendere per stato di insolvenza ci viene incontro la Cassazione Sez.I, 4 marzo 2005, n. 4789. Intale sentenza leggiamo testualmente “Lo stato di insolvenzadell’imprenditore commerciale, quale presupposto per la dichiarazione di fallimento, si realizza in presenza di una situazione di impotenza strutturale e non soltanto transitoria, a soddisfare regolarmente e con mezzi normali le proprie obbligazioni a seguito del venir meno delle condizioni di liquidità e di credito necessarie alla relativa attività, …….”.

Premesso, quanto sopra detto, dal bilancio intermedio al 31.05.2011 emerge che la situazione patrimoniale e di liquidità della società ERREERRE SpA era ampiamente capiente per far fronte al debito verso il creditore AQUA SRL. A tal fine, merita sottolineare che la società fallita vantava verso i soci CERMEC e DELCA un credito pari ad euro 2.620.964 e che sia gli amministratori vecchi che quelli nuovi capitanati dal sig. Ugo Bosetti non si sono mai degnati di incassare. Ma possiamo dire di più. Tra il 31.12.2010 e il 31.05.2011 la nuova governance della società ERREERRE SpA (il sig. Ugo Bosetti) ha provveduto a pagare ai soci CERMEC e DELCA una somma di euro 699.498 a titolo di “rimborso soci Delca SpA e Cermec SpA c/finanziamenti infruttiferi”. In altri termini, nella fase pre-fallimentare gli amministratori della società ERREERRE (Ugo Bosetti) invece di preoccuparsi di incassare i suoi crediti per tutelare la par conditio creditorum elargiva denaro ai suoi medesimi debitori. MISTERO DELLA FEDE!!!!!.        

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito