massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Polemica TARSU. Intervento della Federazione dei Verdi Massa Carrara

"Basta con le critiche all'ASMIU. Ognuno si assuma le proprie responsabilità"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Scade la data per il pagamento della TARSU annuale. Il brusio dello scontento sale. Non abbiamo mai voluto intervenire, sulla stampa, sul problema dei rifiuti e del degrado perché pensiamo che il problema sia  estremamente complesso data la quantità di attori coinvolti. Ma è necessario comprendere che non significa che chiudiamo gli occhi di fronte a determinate situazioni presenti nel nostro territorio e che si ripetono regolarmente e, in certi periodi, senza soluzione di continuità. Lo spunto, oggetto di questo inusuale intervento è lo spettacolo dato dal punto di raccolta dietro il CPO delle Poste Italiane di via Carducci. Avremmo potuto parlare del punto di raccolta nel parcheggio del mercato coperto, o del punto di raccolta sotto il ponte dell’autostrada in via Ricortola, così come alcune situazioni all’interno della Zona Industriale ove si usa il cassonetto degli RSU come se fosse il cassonetto di azienda, eludendo e complicando la velocità di raccolta e smaltimento. Inizia ad essere intollerabile che la situazione proceda in questo modo. E' necessario che  il Comune di Massa, l’ASMIU, lo CZIA e, per quel che ne rimarrà, la Provincia di Massa Carrara si siedano intorno ad un tavolo e si decidano a dare risposte serie al problema. La TARSU inizia ad essere un balzello sempre più inviso, quasi quanto il canone TV, per l’incredibile mancata  corrispondenza tra percezione dell’obbligo di versamento e dell'efficacia nella raccolta. L’apparire poi, rigorosamente  fuori dei contenitori appositi, di scatole di cartone di dimensioni commerciali, alcuni oggetti casalinghi dismessi e, gravissimo,  una catasta di amianto degradata delle dimensioni di circa 1 metro e mezzo e del diametro di 40 centimetri, depositata su un letto di comuni rifiuti stratificati da mesi e mai raccolti, rende ancora più difficoltoso trovare giustificazioni. Più volte in questi anni abbiamo avuto modo di incontrare i vertici dell'ASMIU nel tentativo di dare una collaborazione fattiva a questo problema, soprattutto come Commissione Ambiente del Consiglio Comunale massese; molto più raramente abbiamo avuto modo, come Commissione Ambiente, di confrontarci con l'Assessore competente. Abbiamo esaminato, preso atto, criticato,  insieme agli altri commissari consiglieri  il come ed il perché della situazione della raccolta rifiuti, che nonostante il tempo passato ha visto crescere la quota  differenziata del 7-8% per arrivare all'attuale 33% rispetto al 25% di Partenza. Un risultato eufemisticamente insoddisfacente perché una percentuale così bassa può essere imputata a cause le più varie. Attraverso la Commissione Ambiente abbiamo proposto alcune possibili soluzioni, abbiamo raccolto a dire il vero l'interesse dei convocati, abbiamo sperato a lungo che esso si concretizzasse in decisioni tangibili per i cittadini. Ma nulla di tutto questo (o molto poco) è giunto dopo 1600 giorni di nuova amministrazione. Vorremmo qui precisare che non s'intende creare  un'ulteriore polemica fine a se stessa o - dati i tempi - caricare queste osservazioni di significati preelettorali. Riteniamo che le cause di questo degrado, che non si sta correggendo nei tempi che sarebbero stati necessari, ma con lentezza intollerabile ed ingiustificata, possa farsi risalire non già ad una causa unica ma, come nelle cose umane, a molte cause che di seguito elenchiamo:

- mancanza di senso civico adeguato di noi cittadini massesi (basta fare qualche semplice sondaggio per accorgersi della differenza tra noi e cittadini di altre realtà, anche toscane);

- mancata informazione ed educazione degli utenti da parte dell'amministrazione comunale sulle problematiche e le modalità della raccolta;

- incapacità dell'amministrazione di decidere per adeguate sanzioni per i trasgressori;

- mancata decisione di procedere alla raccolta porta a porta su tutto il territorio cittadino;

-obiettiva difficoltà economica locale e nazionale che rende difficoltosi gli investimenti;

- mancata mappatura e rendicontazione, da parte dell’ ASMIU, sulle necessità delle singole zone della città anche alla nostra commissione consiliare affinché si potesse sui soci di tale ente affinché si assumessero le proprie responsabilità;

- incapacità dei consiglieri comunali, in particolare di noi della Commissione Ambiente, di premere sugli organi competenti e sulla Giunta quotidianamente e criticamente. Vorremmo che queste righe servissero alla Giunta (ammesso che abbia voglia di ascoltare consigli) per comprendere ulteriormente che il problema ambientale viene contemporaneamente a quello sociale, per qualsiasi amministrazione locale, e che i tempi per decisioni drastiche sono giunti, anzi siamo in ritardo.

Federazione VERDI Massa Carrara

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito