massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Mastrini commenta l'incontro con Regione e Tim

"Non ci possiamo accontentare di risposte interlocutorie. E neanche di interventi ordinari."

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Fumata grigia dopo l'incontro organizzato da Aotl per i disservizi Tim in Lunigiana, cui hanno partecipato, fra gli altri, l'assessore allo sviluppo digitale Stefano Ciuffo e il Consigliere regionale Giacomo Bugliani, i Sindaci della  Lunigiana,  una rappresentanza degli operatori turistici e Fabio Ruggeri di Tim. Matteo Mastrini,  nella sua qualità di Assessore alla Protezione civile dell'Unione dei Comuni commenta così i risultati dell'incontro: "No, non ci possiamo accontentare di risposte interlocutorie. E neanche di interventi ordinari. Serve una strategia, servono risorse straordinarie ed un piano infrastrutturale dedicato alla Lunigiana. Al primo posto indico alcune situazioni di fragilità: persone diversamente abili, persone con malattie croniche. Poi sottolineo alcune attività: dmart working, didattica a distanza, attività commerciali e strutture ricettive. Queste persone e queste attività, senza la garanzia della telefonia fissa, della telefonia mobile, senza connessione, durante una pandemia, non possono vivere in sicurezza e non sono garantite. Quindi da Tim, il più grande gruppo del Paese, mi aspetto che spenda una parte degli utili per investimenti di pubblica utilità. Tutti, nel corso di un'emergenza come questa, siamo chiamati a fare di più. Da liberale, che crede nell'economia di mercato, ritengo tuttavia che le istituzioni, quando serve, possano e debbano alzare la voce, essere presenti, assumersi le proprie responsabilità. Non si può sempre delegare a qualcuno: lo Stato deve essere presente quando ci sono sofferenze ed emergenze. Quindi chiedo a Tim e Regione uno sforzo ulteriore e soprattutto chiedo che, per ragioni d Protezione Civile, siano garantite le comunicazioni e l'emergenza urgenza."

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito