massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Concessioni edilizie in zone a rischio idraulico e idrogeologico. Interpellanza del consigliere comunale massese Stefano Benedetti (PdL)

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

-AL PREFETTO DI MASSA CARRARA

"Il Comune di Massa va sempre in controtendenza rispetto alle necessità del territorio, anche quando si tratta di guardare alla sicurezza idrogeologica e idraulica, altrimenti, non continuerebbe a rilasciare concessioni edilizie in sanatoria come le ultime quindici del mese di gennaio. Nel merito, tra l' altro, il Settore Edilizia e Politiche della Casa, nel farlo, non ha assolutamente tenuto conto dei vincoli territoriali che dovrebbero, al contrario, servire per salvaguardare e difendere maggiormente i cittadini dai pericoli, che nella nostra zona negli ultimi anni si sono trasformati purtroppo in tragedie. Infatti, alcune di queste ultime concessioni in sanatoria, interessano zone dove il rischio idrogeologico e idraulico è molto alto e quindi domando, perchè sono state rilasciate ? Perchè il Comune anziché intervenire con la messa in sicurezza del territorio, continua a far costruire dove sono già presenti e noti i pericoli per l' incolumità della cittadinanza ? Tra i problemi denunciati, che rappresentano alcune delle cause, se non la maggiore, del dissesto idrogeologico e idraulico, vi è proprio l' esagerata edificazione in zone proibite e pericolose, oltre l' abusivismo e la tombatura dei fossi e canali. Questo fenomeno lo hanno chiarito molto bene i tecnici che più volte sono intervenuti pubblicamente sulla questione. Basti pensare ad esempio agli 850 permessi a costruire rilasciati in questi anni in zona S.I.N. ( Sito di Interesse Nazionale ) e cioè,  nelle aree da caratterizzare e bonificare perchè considerate altamente inquinate. In queste zone sono pochi coloro che hanno presentato al Comune il piano di caratterizzazione e praticamente nessuno che ha provveduto alla bonifica del terreno. D'altronde, dal canto suo il Comune non ha mai fornito il buon esempio, altrimenti avrebbe provveduto ad emettere una ordinanza di divieto della coltivazione e del pascolo in area S.I.N. Infatti, le chiedo Signor Prefetto : perchè nelle aree che sono considerate inquinate e dove non si può costruire prima di aver provveduto alla caratterizzazione e bonifica del terreno, è permessa la coltivazione e il pascolo degli animali ? Siamo sicuri che la popolazione non rischia avvelenamenti e malattie ? Sono state effettuate analisi sui terreni ? I terreni interessati vengono monitorati costantemente ? In merito, non sono in possesso di nessun riscontro e neanche mi risulta che qualcuno controlli i terreni inquinati.  La stessa cosa, ad esempio, non  è accaduta per l' area perimetrale della zona stadio, dove a seguito del ritrovamento di mercurio, il Sindaco ha provveduto immediatamente ad emettere una ordinanza di divieto della coltivazione e del pascolo, che è tutt'ora in vigore, anche se dalle analisi effettuate su campioni di frutta e verdura non sono mai emerse contaminazioni. Qua non si tratta della solita questione dei due pesi e due misure, ma semplicemente della salute dei cittadini e del rispetto delle regole. Credo, che per quanto riguarda le concessioni in sanatoria, il Comune dovrebbe limitarsi a rilasciare  solo il minimo, escludendo quelle che insistono su aree  a rischio. Stessa cosa per quanto riguarda l' area S.I.N., poiché la caratterizzazione e la bonifica del terreno sono strettamente vincolate al rilascio di qualsiasi concessione edilizia. Per quanto sopra, Le chiedo di farsi interprete della cittadinanza,r sensibilizzando ed indirizzando l' amministrazione comunale ad assumere un comportamento maggiormente   rispettoso delle regole e delle leggi e ad avviare un monitoraggio esteso in tutta l' Area di Interesse Nazionale per accertare il livello e il tipo di inquinamento del terreno e quindi, ovviamente, la compatibilità dello stesso con le coltivazioni e il pascolo degli animali."

IL CONSIGLIERE COMUNALE STEFANO BENEDETTI (PdL)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito