massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Marina di Carrara

Venerdì al Planetario: grotte e montagne del Sistema Solare

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Questo venerdì  22 febbraio, ore 21,15, l’incontro settimanale presso il Planetario Comunale “A. Masani” di via Bassagrande 47 a Marina di Carrara prenderà spunto da un tema solo apparentemente bizzarro: “Alpinismo e speleologia nel Sistema Solare”. Non crediate che vette aguzze e grotte profonde siano un’esclusiva della Terra. La più alta montagna del nostro Sistema Solare si trova, infatti, sul pianeta Marte (Il Monte Olympus, un enorme vulcano spento da milioni di anni, alto oltre 25 km e largo, alla base, oltre 600 km). E sempre Marte e la Luna han rivelato, nelle più dettagliate immagini degli ultimi anni, di avere delle grotte, su cui si è concentrato l’interesse degli esperti di missioni spaziali, dato che sarebbero verosimilmente in grado di ospitare basi umane, assicurando loro una migliore protezione sotto l'aspetto degli impatti di micrometeoriti, o del riparo dalle immense tempeste di polvere che di tanto in tanto spazzano il pianeta Marte.

 

A fine serata sarà possibile osservare al telescopio, meteo permettendo, proprio la Luna. Al termine della parte teorica, e dopo l'osservazione dei movimenti degli astri sotto la cupola del planetario, la serata terminerà col riconoscimento all'aperto delle costellazioni e osservando al telescopio i principali oggetti che ornano il cielo di questo periodo. Data la capienza limitata dei locali, è gradita la prenotazione, via sms, whatsapp o telefono ( il tutto al 333/1731533), o tramite la mail del planetario stesso: [email protected]

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito