massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Sul Vescovile di Pontremoli FdI si schiera con l'istituto

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Da giorni le cronache locali riportano la notizia di un opuscolo informativo che nasce dall' Unione dei Comuni con l'intento di essere una guida per famiglie e ragazzi che si apprestano ad una delle scelte più importanti della vita : la scuola superiore da intraprendere dopo le scuole dell'obbligo. Iniziativa lodevole, a quell'età, non si hanno le idee chiare sugli studi efficienti ed utili al nostro futuro. "Trattandosi di un opuscolo informativo - interviene sull'argomento Emanuela Busetto coordinatrice in Lunigiana di Fratelli D' Italian - dovrebbe contenere tutte le informazioni di tutte le scuole comprese quelle private equiparate altrimenti si perde l'obiettività dello intento. L'esclusione dal depliant del liceo classico Vescovile di Pontremoli è stata priva di discernimento e prive di ragionevolezza le spiegazioni date del Presidente della Unione Valettini. La scuola è privata, non gestita dallo Stato, si regge autonomamente attraverso le rette pagate dalle famiglie degli allievi e saranno le stesse che, valutando le entrate finanziarie, decideranno se indirizzare i figli verso il privato o il pubblico. Non spetta certo né alla Unione nè al Presidente sostituirsi alla famiglia. Se invece la mancata visibilità è da attribuirsi a fantomatiche leggi ordinarie e costituzionali è proprio l'art. 33 del supremo ordinamento a sancire che l'arte e la scienza sono libere e libero è il loro insegnamento. Enti pubblici e privati hanno lo stesso diritto ad istruire. Anche il Ministero della istruzione interviene in merito asserendo che le scuole paritarie svolgono un servizio pubblico e sono inserite nel sistema nazionale di istruzione. Ma è quando si parla di difesa della scuola democratica che sorge il dubbio che, coloro che sono considerati gli eredi naturali della nostra Costituzione, non ne conoscano l'essenza. In democrazia si sceglie, l'opuscolo limita il libero arbitrio. Se non si fosse già smentita l' idea di una polemica anticlericale, ai più sarebbe questo il messaggio che passa oltre una sgradevole ineducazione che è madre di una democrazia sommaria. Vogliamo sperare che a breve il vuoto sul depliant venga colmato lasciando ragazzi e genitori liberi di scegliere: le scuole private possono produrre ottimi diplomati al pari delle pubbliche e le polemiche, legate a circoli e sette che si formerebbero all' interno di istituti privati, sono teorie da lasciare al secolo passato insieme alle fallimentari politiche comuniste dove invidia e gelosia inquinavano gli animi."

 

In foto: Emanuela Busetto

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito