massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Cofrancesco chiede più personale per il carcere di Massa

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Il consigliere comunale e provinciale Antonio Cofrancesco ha partecipato ieri ad una riunione del personale di Polizia Penitenziaria organizzata dal Sappe Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria tenutasi all’interno dell’Istituto Massese. ll consigliere ha portato i saluti e la vicinanza dell’amministrazione Comunale e Provinciale a tutto il personale anche in virtù di quanto accaduto circa un mese fa, dove un agente durante il servizio è stato colpito a tradimento da parte di un detenuto riportando una grave lesione ad un occhio.

 

Le lagnanze del personale sono da annoverare tra le tante e continue richieste mai ascoltate dagli uffici ministeriali - carenza di personale del ruolo agenti - assistenti e sovrintendenti, mezzi usurati. “La cosa più grave e che ha bisogno di risoluzione urgente - denuncia Cofrancesco - è quella relativa all’area amministrativa contabile. La Casa di Reclusione di Massa con lavorazioni all’avanguardia che producono coperte e lenzuola, dove trovano impiego una settantina di detenuti, con commissioni di centinaia di migliaia di euro all’anno, da tempo è sprovvista di personale di ragioneria e di Capo area di quel settore, mancanza questa che si va a ripercuotere, senza ombra di dubbio, sul personale di polizia penitenziaria e sull’andamento dell’intero istituto, inoltre non è da tralasciare le attività che giornalmente hanno bisogno di questo personale, controllo sulla contabilità del sopravvitto detenuti acquisti di generi alimentari e tabacchi”.

 

Il consigliere Cofrancesco non fa sconti, attacca il sistema penitenziario centrale: “Non è possibile che ogni qualvolta che in alcuni settori strategici degli istituti di pena, nelle aree trattamentali e amministrative-contabili, venga a mancare il personale impiegato, la Polizia Penitenziaria debba accollarsi oneri non di sua competenza, per scelte politiche scellerate che in alcuni casi, se non fossero gestite in maniera professionale e con senso del dovere da parte dei Direttori, dei Comandanti di Reparto e del personale tutto, forse qualche problema per la collettività sicuramente lo creerebbero”.

 

“Forse il Ministro della Giustizia - rincara Cofrancesco - dimentica che all’interno delle carceri vengono gestite persone umane, molte di queste con enormi problemi relazionali ed esistenziali. La Polizia Penitenziaria è chiamata ad assicurare l’ordine e la sicurezza dei detenuti all’interno degli istituti di pena, e per il recupero del reo c’è bisogno di tutte quelle figure professionali indicate nel codice Penitenziario che molte delle volte mancano”.

 

Cofrancesco, in chiusura, rassicura il personale: “Scriverò al Provveditorato Regionale di Firenze e al Ministero della Giustizia, chiedendo l’immediata assegnazione del personale dell’area amministrativa contabile. Le periferie vanno ascoltate, non si può accettare che un istituto Penitenziario come quello Massese, fiore all’occhiello dell’Amministrazione Penitenziaria Regionale, con attività lavorative e percorsi trattamentali all’avanguardia, venga abbandonato in questo modo.

 

Consigliere Comunale e Provinciale Antonio Cofrancesco

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito