massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Massa

Il presidente regionale di FIBA Confesercenti interviene sui nuovi divieti di balneazione

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Sempre la stessa storia che poi passa e … fino alla prossima volta non se ne parla. Siamo in piena estate ed ecco che fioccano divieti di balneazione in tutta la costa toscana. A Massa oggi, 41 sono gli stabilimenti balneari in cui è vietato fare il bagno in mare. Quante volte dovremo ancora sentire le stesse cose e quante volte dovremo ancora chiedere di intervenire. Eppure non sembra così complicato il problema. Se andiamo a vedere i divieti vengono posti nel 90% dei casi nelle zone limitrofe agli sbocchi a mare dei torrenti e solitamente dopo eventi burrascosi come accaduto nei giorni scorsi. I torrenti aumentano la loro portata quindi trasportano a mare tutto quello che hanno sul fondale e tutto quello che “involontariamente” è stato lasciato sugli argini. La mattina successiva, a temporale avvenuto, ci siamo ritrovati a riva con bagnini e trattori per la raccolta del lavarone. Venerdì sul lungomare ci sarà la raccolta dei sacchi. Possiamo fare qualcosa? Come presidente dei balneari, a nome di Confesercenti, chiedo al Consorzio di Bonifica e all’Amministrazione Comunale di attivare un immediato tavolo dove si possa stabilire le competenze comprese quelle economiche. Il controllo dei torrenti è di competenza del Consorzio di Bonifica, comprendendo ogni difficoltà, non si può però sottrarsi alle responsabilità in merito e non si può nemmeno stabilire per analisi che il lavarone sia sempre poseidonia o altri vegetali acquatici. Quindi è possibile fare in modo che il Consorzio aiuti il Comune contribuendo a sostenere i costi per lo smaltimento del rifiuto “speciale” proveniente dai torrenti? Per l’Amministrazione invece chiedo più controllo, i nostri torrenti, come in molte foto si è visto, sono diventati di color latte durante il penultimo temporale e questa macchia bianca è arrivata fino al mare. L’esperienza del connubio Marmo e Acqua non avevo capito fosse da fare direttamente durante il bagno in mare. Perdonatemi la battuta e non sto puntando il dito, ma sto solo cercando collaborazione per poter ottenere una maggior tranquillità e rispetto del nostro sistema turistico.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito