massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
FENAPI Massa Carrara su Quota 100

"Le ragioni della scelta pensionistica"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Alle oltre 90 persone che si sono rivolte agli uffici FENAPI di Massa Carrara per approfondire i requisiti e le modalità per accedere alla cosiddetta Quota 100, sono stati somministrati dei questionari per comprendere le motivazioni che hanno spinto gli interessati a verificare tale opportunità.

 

Non è il futuro incerto del lavoro o quello del pensionamento a spingere nella scelta di anticipare la pensione con Quota 100. A 62 anni si è ancora giovani e la possibilità di andare in pensione in anticipo, con 38 anni di contributi, significa poter godere al meglio del meritato riposo dal lavoro e del conseguente tempo libero a disposizione. 

 

Infatti la voglia di godersi la vita e il tempo libero ritrovato è la motivazione principale per il 24% dei lavoratori che si sono rivolti a FENAPI per presentare la domanda di anticipo pensionistico con Quota 100, grazie al Servizio di consulenza e accompagnamento appositamente dedicato a questa nuova possibilità di pensionamento anticipato.  

 

La seconda motivazione che ha spinto verso Quota 100 è stata per il 21% degli intervistati il peso di una vita lavorativa faticosa. Sorprendentemente, il 16% delle risposte ha fornito come motivazione la convenienza economica.

 

Andando più nel dettaglio delle risposte secondo la suddivisione per categoria lavorativa, emerge come per gli autonomi il peso della vita lavorativa (23%) e la convenienza economica (22%) siano le motivazioni di gran lunga più rilevanti, mentre risultano pochissimi coloro che sono stati indotti al pensionamento dall’incertezza sulle possibilità di pensionamento futuro (3%).

 

Per i dipendenti del settore privato, le motivazioni di gran lunga più rilevanti (27%) sono la possibilità di godersi il tempo libero e il peso della vita lavorativa (18%), seguite dalla convenienza economica (17%).

 

Per i lavoratori pubblici, le motivazioni principali sono la possibilità di disporre del maggior tempo libero (25%) e il peso della vita lavorativa (24%). Per i lavoratori pubblici, tuttavia, incidono in maniera più rilevante anche la situazione familiare (come, ad esempio, la presenza di persone da accudire: 19%) e l’incertezza sulle possibilità di pensionamento futuro (11%). Entrambe queste voci, invece, fanno registrare incidenze molto più basse per le altre categorie indagate (autonomi e dipendenti privati).

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito