massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Marina di Carrara

Venerdì al planetario, l'origine del mondo secondo gli antichi

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Venerdì 24 marzo, ore 21.15 appuntamento pubblico presso il planetario comunale "A. Masani" di via Bassagrande a Marina di Carrara. Il tema della serata sarà stavolta dedicato a “Le antiche cosmogonie". E' poco più di un secolo che l'astronomia ha i dati fisici e teorici per cercare una risposta alla domanda: come è nato l'Universo? Ma l'umanità non ha certo aspettato il XX secolo per tentare una risposta, fosse essa di carattere religioso o filosofico, o ancora più indietro con la mitologia. Mitologia che non è, come spesso si pensa, una semplice collezione di miti inventati per tentare di dare un senso a quel che conosciamo o a quei fatti o fenomeni di cui l'uomo non è in grado di capire la natura, ma rappresenta una forma di conoscenza, di natura non scientifica, ma spesso significativa per l'animo umano. Ad esempio: tutti sappiamo che i supereoi non esistono, ma quanti valori (negativi o positivi) veicolano le loro storie nella mente degli adolescenti? Nell'incontro di questo venerdì si scoprirà quindi i miti che le culture più antiche, dall'Asia alle Americhe, dagli Aborigini asustraliani agli Eschimesi delle estreme regioni boreali, hanno elaborato per spiegare l'esistenza del Sole, della Luna, della Via Lattea, delle stelle, ecc. Sarà un viaggio in cui scopriremo temi ricorrenti (l'uovo, la voce che crea, un disordine che viene risolto), ma anche le peculiarità di idee locali, che molte volte hanno dato origine anche a vere e proprie religioni cosmiche quali la babilonese. A questo sarà dedicata la prima parte dell’incontro; dopo di che si passerà alla simulazione, sotto la cupola del planetario, dei movimenti del cielo e le principali costellazioni visibili in questo periodo. Per finire, qualora le condizioni meteo lo permettano, con uno spazio finale dedicato all'osservazione diretta all'aperto (grazie anche a telescopi) dei principali oggetti astronomici visibili nel cielo in questo periodo fra cui il pianeta Giove). Data la capienza limitata dei locali, si suggerisce la segnalazione della propria partecipazione, via sms o telefonata (333/1731533), o tramite l’indirizzo [email protected]

 

 

Nel’immagine: nel mito egizio Terra (il dio Geb) e Cielo (la dea Nut) erano uniti e vennero separati dall'intervento di Shu (dio dell'aria). Il corpo di Nut arcuato sulla Terra forma il cielo, ed in modo particolare la via Lattea (nella quale risiedono e ritornano le anime umane in forma di stelle)

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito