massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Foibe

Le perplessità di FdI Lunigiana sulla presenza dello storico Luigi Leonardi ad Aulla

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Apprendiamo con meraviglia che l'amministrazione aullese nell'organizzare la Giornata del Ricordo dedicata ai martiri delle foibe e all'esodo degli italiani istriani, dalmati include fra i relatori lo storico lunigianese Luigi Leonardi che si esprime su FB dichiarando che le cause della tragedia delle Foibe ed il successivo esodo hanno origine dalla politica fascista e l' invasione della Juogoslavia nel 41 e che gli esuli italiani vennero identificati come violenti squadristi neri. In queste note ci pare di leggere uno spericolato giustificazionismo che non è accettabile. Sostenere che la causa della persecuzione degli italiani al confine Nord Orientale sia stata colpa del fascismo è ribaltare la realtà.

 

E' semmai vero che le persecuzioni nascono per operare una pulizia etnica in terre italiane ed eliminare una classe scomoda che va dai commercianti ai professionisti, dai proprietari terrieri agli imprenditori passando per i sacerdoti con ragioni che vanno ricercate nel furore ideologico, mosso dall'odio di classe, da un lato, e dall'altro nella volontà di far pulizia. Non crimini di guerra ma epurazioni politiche i cui colpevoli sono da ricercare fra i partigiani comunisti di Tito aiutati da partigiani comunisti italiani.

 

Il Comune di Aulla , in virtù della legge 92 del 2004, esplica il proprio dovere ma dovrebbe prestare maggiore attenzione a non correre il rischio di dare l'idea di volere cambiare la verità accertata. Negare la responsabilità dei comunisti slavi è negare una verità storicamente riconosciuta. Quegli uomini e quelle donne non erano né fascisti né comunisti erano italiani barbaramente trucidati dalle milizie titine a guerra finita. La verità non può essere infoibata.

 

Coordinamento FDI Lunigiana

Zangani Umberto vice segretario provinciale

Emanuela Busetto coordinatrice lunigiana

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito