massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Montignoso

Gestione Discarica Cava Fornace. Intervento del consigliere comunale Coli

"La Programma Ambiente deve onorare la Convenzione"
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nel 2009 veniva stipulata la Convezione tra il Comune di Montignoso e la società Programma Ambiente Apuane s.P.a. riguardante la gestione della discarica di Fornace contenete anche il calcolo dei vari indennizzi da corrispondere allo stesso Comune. La mia preoccupazione è proprio inerente ai pagamenti di questi indennizzi, la convenzione riporta che per un periodo di 15 anni, a partire dal 2009, la Programma Ambiente si impegna a pagare un indennizzo annuo minimo di 220.000 € al Comune di Montignoso, a prescindere dalle quantità di rifiuti conferiti in discarica, ma stabilisce anche dei valori per ogni tipologia di rifiuto per il calcolare di eventuali delta di conferimenti che possono maggiorare il valore l’indennizzo minimo. Facendo una verifica con l’ausilio dell’ufficio Ragioneria e dell’ufficio Ambiente, risulta che ad oggi la Programma Ambiente ha versato un indennizzo, tra il 2009 e fine 2011, di circa 150.000 €, che è molto lontano da quello stipulato nella convezione, che calcolato, ha un valore di circa 500000  € di cui circa 350000€ non ancora incassati. Nella lettura d questo dati però quello che maggiormente mi colpisce è che l’amministrazione comunale di Montignoso per far fronte alla grave crisi economica attuale abbia chiesto ai cittadini di Montignoso un sacrificio in termini di tassazione prevendendo, anche se devo ammettere in modo contenuto, ad aumento prima della addizionale comunale IRPEF e successivamente della aliquota TARSU. Questi aumenti avrebbero garantito la possibilità di mantenere “in vita” i servizi mini ai cittadini tra cui anche il sostegno alle famiglie in difficoltà economica. Quello che però non capisco è perché in prima battuta si pensi subito ad un aumento delle tasse sui cittadine, invece di far pagare chi è moroso nei confronti del Comune. Circa un anno fa l’amministrazione dava inizio ad una causa giudiziaria con GAIA per il recupero di 1.200.000 €, sapendo già in partenza che non avrebbe visto un centesimo mentre nulla verso la Programma Ambiente. La cifra che la Programma Ambiente deve al Comune sicuramente non risana in via definitiva i problemi finanziari del comune ma può essere usate per aumentare i fondi alle famiglie in difficoltà oppure avviare dei lavori di ristrutturazione alle scuole comunali e tante altre opere utili alla collettività, senza ancora sui cittadini. Quindi chiedo all’amministrazioni di Montignoso, come già fatta nel 2011, di avviare entro la fine di Settembre una azione di recupero crediti, tenendo presente che la Convezione cita, nella sua Parte finale, che eventuali ritardi di pagamento “l’azienda dovrà corrispondere al Comune di Montignoso gli interessi legali sulla somma dovuta”  e dalle cifre in gioco si parla di un bel gruzzolo. Questo servirà a dimostrare ai cittadini di Montignoso che a pagare subito non sono sempre i soliti noti e che i sacrifici, se cosi si può dire, devono essere fatti da tutti soprattutto da chi si è preso un impegno chiaro con la Collettività.

Consigliere Comunale

Marco Coli

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito