massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

RUBRICA LEGALE

Sconti "vietati" sui libri a partire da Settembre

Passata di recente in Parlamento una normativa che sarà penalizzante per i lettori
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Ci sono leggi che non nascono propriamente con l’etichetta di “simpatiche”. È il caso della normativa di recente promulgazione, che sarà in vigore dal prossimo primo settembre, nota come “Legge Levi”. Tale normativa prevede che le librerie, comprese quelle virtuali online, non potranno più applicare sconti indiscriminati sui libri e gli e-books, ma dovranno accontentarsi di riduzioni sull’ordine del 15% al massimo come regola generale.

Come eccezione alla regola summenzionata, è prevista una facoltà di arrivare sino al 20%  di sconto quando l’offerta sia presentata nell’ambito  di un salone del libro, oppure abbia quali destinatari istituti universitari, strutture scolastiche, biblioteche. Lo sconto del 25% potrà invece  raggiungersi solo in presenza di campagne promozionali realizzate direttamente dagli editori, per una durata massima di un mese e con l’esclusione del mese di dicembre. L’approvazione della legge è stata salutata con favore da molti degli addetti ai lavori, preoccupati per i diffusi sconti incontrollati. Per i consumatori, invece, l’impatto non dovrebbe essere indolore. Non pare esservi dubbio che i diritti dei lettori siano in sede parlamentare passati in secondo piano, rispetto ai corposi interessi dei protagonisti imprenditoriali della  distribuzione e commercio dei testi.

 

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito