massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

La pittrice apuana Maria Rita Vita alla Marguttiana di Forte Dei Marmi

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Con invito del Presidente della MarguttianArte, Arch. e pittore Edmondo Nardelli, Maria Rita Vita, artista, partecipa con le sue opere pittoriche, dal 04 al 23 Agosto, alla Marguttiana di Forte dei Marmi.

 

Insieme ad altri selezionati artisti italiani ed internazionali trai i quali appunto il Nardelli e il noto scultore Angelo Mugnaini, la Vita adesso continua il suo percorso artistico sulle orme dei grandi versiliesi che han fatto la storia dell’arte in Toscana e in Italia con eco mondiale, quali: Walter Lazzaro, Carlo Carrà, Guidi, Ordavo e Pieracini, fondatori nel 1962 della Marguttiana denominata allora “Settimana d’Arte della Versilia”, evento che ottenne fin da subito un grande successo convincendo le autorità del luogo a trasformarla in “esposizione storica” che giunge fino ai giorni nostri, ed oggi come allora la manifestazione mantiene un particolare omaggio al “pittore del Silenzio” Lazzaro su significativo appoggio di Adriano Corsi.

 

La Vita, lusingata dell’invito, ogni settimana varierà le sue tele custodite nelle teche di Via Pascoli, felice di poter intrattenere con gli altri amici artisti i numerosi ammiratori che si soffermano a guardare e che piacevolmente si ritrovano con naturalezza a parlare e dialogare di arte e di vita.

 

“E’ meraviglioso” dice Maria Rita Vita, “dopo un percorso artistico, (parlando del suo percorso, ndr) che è nato con un cavalletto in strada a Ronchi in una Marguttiana di molti anni fa e che si è poi protratto in mostre personali in sedi museali e di istituzioni importanti sia pubbliche che private, tornare con una volontà che nasce dal profondo del cuore e che grazie all’Arch. Nardini e a MarguttianArte tutta ho potuto realizzare”. In Marguttiana si entra in strettissimo contatto con l’ “altro”in “strada”, che diviene tuo fratello in Arte e l’Arte improvvisamente con ha più proprietari e tutti se ne cibano, è lei che appaga chi la esercita e di chi ne ha bisogno di possederla, di farla sua, di chi sente la necessità di usufruirne e “consumarla”. “E’ per me - sostiene la Vita - riassaporare un piacevole ricordo, un ritrovare una parte della spontaneità e purezza del fare l’arte per se stessi e subito donarla a qualcuno. E’ stupendo condividere le proprie opere, con la gente che si sofferma ad ammirarle e anche commentarle, parlare con le persone e i colleghi dei propri pensieri artistici, argomentare su disparate e innovative o tradizionali tecniche, discutere di materiali, parlare di esperienza, d’ ispirazione ecc. ecc”. “E’ un arricchimento ogni singolo istante passato in Marguttiana, per tutti. Questi attimi rendono giustizia all’Arte” - sostiene la Vita. - E’ qui che si percepisce la “purezza” dell’Artista e la sua capacità di messaggio e comunicazione. E qui che sei vero, è qui che parli dei motivi e degli accadimenti che ti hanno fatto dipingere e 'partorire' le tue tele”. “E’ fantastico - dice Maria Rita Vita visibilmente coinvolta - sedere al chiaro di luna in queste sere calde versiliesi dove ti giunge tutto ad un tratto un soffio di vento salmastro mentre parli di Arte con i tuoi amici e colleghi, e pensi che magari dove stai seduta Tu si erano seduti o soffermati coloro che hanno tracciato le orme che stai ricalcando….e ti vien voglia di dipingere, li, fortemente in quel momento”. “Questa Marguttiana - afferma Maria Rita Vita - mi ha dato modo di rispolverare emozioni profonde, custodite nel cuore, in attesa del 'là' per essere sciolte”. “E' un po'- dice l’artista - “come tagliare il nastro che tiene legate le mani della fantasia”; “respiri un’antica e sempre nuova voglia di scoperta responsabile, basata sullo studio e sulla ricerca, in condivisione però”. “Sono certa che questa Marguttiana sarà - dice l’artista dei 'Due Soli', - un trampolino per nuovi progetti che con il Nardini e il Mugnaini vogliamo attuare così da far conoscere ancora l’Arte versiliese e mi permetto di aggiungere anche Apuana, ancora viva e pronta a regalare un battito nella vibrazione di un colore, o nella profondità o leggerezza di un segno che cristallizza il tempo, oppure in un gesto scolpito per l’eternità”.

 

L’invito di Maria Rita Vita che si unisce a quello del Nardini e del Mugnaini è rivolto a tutti per condividere momenti di memorie, attimi di presente e di futuro, nel parlare d’Arte e di Vita.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]
Quotidiano Apuano - vecchio sito