massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Marina di Carrara

Venerdì al Planetario si parla di Pascoli e stelle cadenti

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Per molti, in modo particolare per i massesi, la notte di San Lorenzo si associa con la poesia dedicata alle stelle cadenti di quella sera, scritta da Pascoli. 131 anni fa, in questi giorni, dopo 3 anni di insegnamento nel locale Liceo Classico, il poeta Giovanni Pascoli lasciava Massa, trasferendosi, sempre come insegnante, a Livorno. E proprio la sera del 10 agosto di 151 anni fa, il padre del poeta veniva assassinato in una imboscata di cui non si è mai saputo con certezza l’autore e le motivazioni. Ma il Pascoli è stato un grande appassionato di astronomia, che ha sparso a piene mani nelle sue poesie, ricercando nel cielo notturno simbolismi ma anche esempi rigorosamente corretti, alla luce delle conoscenze scientifiche del suo tempo.  Di questo e tant’altro (ad iniziare proprio dalle stelle cadenti cui dedicò una delle sue poesie più note “X agosto”) si parlerà questo venerdì 10 agosto, ore 21.15, nel corso dell’appuntamento pubblico presso il planetario comunale "A. Masani" di via Bassagrande a Marina di Carrara. Il tema della serata sarà:” Pascoli e il cielo stellato”. Terminata la parte storico/culturale si passerà alla simulazione, sotto la cupola del planetario, dei movimenti del cielo e le principali costellazioni visibili in questo periodo. Per finire, meteo permettendo, con uno spazio finale dedicato all'osservazione diretta all'aperto (grazie anche a telescopi) dei principali oggetti astronomici visibili nel cielo in questo periodo (fra cui Venere, Giove, Marte e Saturno e si spera anche qualche stella cadente dello sciame delle perseidi, cantato da Pascoli, e che giungerà al suo massimo il prossimo 12 agosto). Data la capienza limitata dei locali, si suggerisce la segnalazione della propria partecipazione, via sms o telefonata (333/1731533), o tramite l’indirizzo planetario@comune.carrara.ms.it

 

 

Foto di scena dallo spettacolo “El prufissurin” di Fabio Cristiani, rappresentato un anno e mezzo fa al Teatro Guglielmi e più volte replicato in questo periodo. Lo spettacolo è incentrato sul periodo massese del grande poeta italiano di fine Ottocento. (Foto Carlo Giusti).

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemassacarrara@ilsitodimassacarrara.it
Quotidiano Apuano - vecchio sito