massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Pontremoli

Situazione edificio scolastico di Via Roma: i dubbi del PD

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Il Partito Democratico di Pontremoli sta attentamente valutando gli esiti della perizia effettuata dall’amministrazione comunale sull’edificio scolastico di Via Roma che ospita la scuola dell'infanzia e il liceo ‘Malaspina'. Pur essendo a conoscenza dell'imminente uscita dei risultati delle verifiche effettuate sulla struttura, abbiamo scelto, prima di entrare nel merito della vicenda e onde evitare di creare allarmismi, di ascoltare quale fosse la posizione dall'amministrazione a riguardo.

 

Dalla perizia emerge che l’edificio ha una buona stabilità strutturale, ma è carente nella tenuta antisismica – il livello di sicurezza della struttura è inferiore al 30% rispetto a quanto stabilito dalla normative vigente. L’amministrazione sarebbe stata tranquillizzata dal Genio Civile di Firenze sul fatto che non vi sono rischi evidenti per la tenuta della costruzione, che presenta una situazione comune a diversi edifici della regione, e per questo la struttura non sarà chiusa e le lezioni proseguiranno regolarmente. Il Sindaco ha anche comunicato che l’amministrazione cercherà di recepire finanziamenti statali e regionali per interventi sugli edifice scolastici; tuttavia non sono state ancora individuate chiaramente le modalità di intervento, che potrebbero essere la ristrutturazione o l’abbattimento.

 

La nostra cultura politica ci spinge, in momenti come questi, a sostenere scelte responsabili e trasparenti nel solo interesse dei cittadini e in primo luogo degli alunni, dei docenti e del personale scolastico. Non c’è da parte nostra alcuna volontà di strumentalizzare la vicenda: monitoriamo attentamente l’operato del Sindaco e della giunta e le loro scelte amministrative e faremo proposte indicando quale sia per noi la scelta migliore. 2

 

Ma, allo stesso tempo, non possiamo non pensare alle occasioni che nel passato l'amministrazione Baracchini non ha saputo capitalizzare - il progetto dell'amministrazione Gussoni di creare un polo scolastico nella zona ex-Terni, cancellato con troppa fretta e con motivazioni risibili - e alle ingenti risorse spese nel passato recente per opera a carattere elettorale - il milione e seicentomila euro di recupero tributario dalla Edison, utilizzato come spot da campagna elettorale in asfalti e nella ricostruzione di marciapiedi: sarebbe stato prudente e lungimirante destinarne una parte all’edilizia scolastica.

 

Amministrare un comune non si può ridurre a una mera rincorsa dietro le varie emergenze che si presentano di volta in volta: significa pianificare e lavorare in modo da far sì che tali emergenze non si verifichino. Significa fare “prevenzione”. Si è preferito invece tenere un atteggiamento da cicale piuttosto che da formiche.

 

Il problema che si pone in questo momento non è di facile soluzione: occorre valutare attentamente la scelta migliore per quanto riguarda la sicurezza, l'impegno di spesa e la tipologia di lavori, fra le due scelte proposte: quella della ristrutturazione - che potrebbe essere lunga, costosa, con necessità di delocalizzare l’attività scolastica, e nel caso, individuare dove - , e quella dell'abbattimento dell’edificio per ricostruirne uno nuovo – in questo caso si creerebbe il problema di trovare spazi scolastici diversi, ma l'impegno di spesa e di tempi sarebbe forse minore, con il vantaggio di avere un edificio nuovo, a norma e ecosostenibile.

 

La seconda ipotesi dell'abbattimento apre a nostro parere anche il tema della cancellazione di un pezzo di storia di Pontremoli. Per questo il Partito Democratico auspica una soluzione che eviti la demolizione di un simbolo della secolare tradizione scolastica e formativa di Pontremoli. Sarebbe interessante valutare l’ipotesi di costruire un nuovo edificio e di declassare l’edificio ad altro uso, preservandolo dalla demolizione.

 

Soprattutto ci preoccupano i tempi e le modalità di intercettazione delle risorse economiche, della progettazione ed esecuzione dei lavori. Sono necessarie risposte rapide e chiare: il procastinare la risoluzione del problema e l’attuazione del progetto che verrà deciso – e speriamo condiviso – aumenterebbe l’esposizione al rischio, ma potrebbe essere anche un disincentivo per future iscrizioni con fughe verso scuole di altri comuni o di altre province. 3

 

Sarebbe forse utile, in questo momento, poter ripensare l’organizzazione delle scuole presenti sul comune di Pontremoli, non sottovalutando l'idea di un polo scolastico – soprattutto per gli istituti superiori, in quanto ormai per le scuole di grado inferiore la situazione pare definita -, al fine di potenziare e rendere competitiva l’offerta formativa della città con soluzioni moderne e innovative. Si deve rilanciare l’immagine di Pontremoli quale capitale culturale e formativa della Lunigiana! Continueremo ad aggiornarvi sulla vicenda, rimanendo in ascolto della voce e della sensibilità dei cittadini, e auspicando la possibilità di poter partecipare ad un tavolo di confronto con l’amministrazione per risolvere il problema nel migliore del modi.

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemassacarrara@ilsitodimassacarrara.it
Quotidiano Apuano - vecchio sito