massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Comunicato stampa Comune di Carrara

"Contrasto alla violenza di genere: presentato un nuovo servizio"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Carrara – Un nuovo servizio per informare e per incrementare il contrasto alla violenza di genere. È quello che nascerà presto grazie a una sinergia tra Comune di Carrara, Erp Massa-Carrara e Cif (Centro italiano femminile) di Carrara. Il progetto prevede la realizzazione di un servizio informativo e di antiviolenza, in linea con le raccomandazioni della Convenzione di Istambul, che sarà ricavato in un immobile di proprietà del Comune e gestito da Erp, in località Doganella a Marina di Carrara (viale XX settembre 245).

 

In questo luogo, su proposta di Erp, potranno essere acquisite informazioni sulle iniziative e servizi offerti dal Cif Carrara e un servizio di sensibilizzazione degli autori di violenza. Quest’ultimo servizio verrà attuato perché Cif e Comune di Carrara hanno vinto un bando della Regione Toscana, ottenendo 12.421,19 euro (decreto n. 11803 del 1/8/2017 per la concessione dei contributi di cui al Dpcm del 25/11/2017 recante “Ripartizione delle risorse del Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità”).

 

«Con grande piacere oggi annunciamo questi nuovi servizi – ha detto in apertura di conferenza stampa l’assessore alle pari opportunità del Comune di Carrara, Anna Galleni –  Crediamo che fare rete tra associazioni, enti e Comuni sia la strada giusta da percorrere per raggiungere insieme fini superiori. Questa sinergia ci ha permesso di vincere il bando della Regione Toscana, in collaborazione col Cif di Carrara e coi comuni di Massa e Montignoso e poter quindi avviare sul nostro territorio un servizio strutturato di presa in carico degli autori di violenza di genere. Ringrazio Erp che è stato così disponibile e propositivo rispetto a un tema drammaticamente attuale qual è quello della violenza sulle donne. A questo proposito annuncio anche che l’Amministrazione comunale di Carrara vuole che questo tema non venga dimenticato: abbiamo quindi deciso di tenere la statua della ‘Venere’ di Buttini illuminata di rosso per tutto l’anno, perché al tema della violenza sulle donne non deve essere dedicato un solo giorno, occorre che la sensibilità delle persone sia sollecitata tutti i giorni in questo senso. Questa iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione con Amia, che ringrazio di cuore per la disponibilità dimostrata».

 

«Abbiamo promosso questa iniziativa – è Luca Panfietti, amministratore unico di Erp a parlare – partendo dalla considerazione che sono tante, troppe, le donne che subiscono violenze di ogni tipo per pensare che il problema riguardi i singoli anziché la politica, le istituzioni, la collettività. Con questo servizio vogliamo sensibilizzare la popolazione e dare al maggior numero possibile di donne, vittime o testimoni di violenza, il messaggio che non sono sole e che esiste una Rete locale attiva che può aiutarle e supportarle in percorsi, spesso, difficili e dolorosi».

 

Il progetto prevede anche l’attivazione del Pur (Progetto uomini responsabili), sempre grazie al bando di cui sopra, un servizio di sensibilizzazione degli uomini autori di violenza. Si tratta di un programma specifico con interventi di recupero e accompagnamento dei soggetti responsabili di atti di violenza nelle relazioni affettive. L’idea parte dalla consapevolezza, ormai universalmente raggiunta dagli operatori e dagli esperti del settore, che per un reale cambiamento sia necessario porre attenzione non solo a chi subisce gli abusi ma anche e soprattutto agli uomini che usano la violenza come principale risposta ai propri problemi di relazione. Copre l’assenza nella provincia di Massa-Carrara di un intervento per il recupero di uomini maltrattanti e, fra l’altro, è frutto dell’esperienza di riflessione attivata dal Cif di Carrara sul tema della questione maschile nella violenza di genere. L'uomo che accede al servizio sarà trattato con rispetto e sarà garantita la massima riservatezza. Il servizio prevede la presa in carico (per spontanea volontà dell'uomo, su invio delle forze dell'Ordine, della magistratura, dei servizi sociali e degli altri servizi della rete); a tal fine si procederà a dare informazioni sul servizio e a effettuare gli invii/inviti in tutti quei casi di violenza domestica registrati nel territorio di riferimento (Comuni di Massa, Montignoso e Carrara).

 

«La scelta di avviare un servizio strutturato di presa in carico degli autori di violenza di genere - ha spiegato Francesca Menconi, presidente del Cif di Carrara - risponde a un'esigenza operativa ormai chiaramente espressa anche dalle vittime di violenza. L’esperienza sperimentata, con invii da parte dei servizi sociali ed interventi nell’ambito carcerario, mira ad ampliare le strategie di contrasto alla violenza e ad avere effetti positivi sulla recidiva. Ci piace sottolineare in questa sede, che la collaborazione tra Cif Carrara e Comune di Carrara nel contrasto alla violenza di genere è a tutto tondo. Infatti sempre nell’ottica della fuoriuscita dalla violenza delle donne, il Cif Carrara in collaborazione con il Comune di Carrara ha vinto anche un bando per l’erogazione di contributi in ambito sociale (11.800 euro insieme al Comune di Montignoso) per iniziative promosse da soggetti del terzo settore per l’inclusione ed il contrasto del disagio sociale – progetto Dafne Donne in cammino per l’Autonomia, la Formazione e il Network che vedrà attuate strategie per il reinserimento lavorativo della donne che si sono rivolte al Centro Antiviolenza».

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemassacarrara@ilsitodimassacarrara.it
Quotidiano Apuano - vecchio sito