massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Pontremoli

Ex-cementificio Sacci: intervento del Comitato "Il faro"

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Con il presente comunicato esprimiamo soddisfazione per le prescrizioni contenute nel Decreto del 12 maggio 2017 (n.6171 della Direzione Ambiente ed Energia Settore Valutazione Impatto Ambientale - Valutazione Ambientale Strategica - Opere Pubbliche di Interesse Strategico Regionale B.U.R.T. N° 21 DEL 24.05.2017) relative alla fase di frantumazione e smaltimento dei rifiuti derivanti dall’abbattimento dell’ex-cementificio Sacci.

 

L’incontrollata aero-dispersione delle polveri in fase di demolizione, per la quale sono state presentate due specifiche istanze all’ARPAT ed all’ASL, crediamo abbia reso possibile trasferire le particolari e dedicate indicazioni restrittive, inizialmente attese dai cittadini residenti nella zona adiacente il cantiere, alle successive fasi di lavorazione per la polverosità e non solo.

 

La lettura integrale del documento porta però alcune perplessità, che nello spirito di collaborazione fin qui assunto, abbiamo sottoposto alle valutazioni del Sindaco ed auspichiamo, come già accaduto, la sua condivisione facendosi portavoce presso le Istituzioni competenti in materia.

 

Quali sostenitori della trasparenza e del rispetto dei diritti dei cittadini si ritiene pertanto che sia necessario ribadire i seguenti punti:

 

  • Partecipare alla popolazione il contenuto del Decreto Regionale 12/05/2017 n° 6171 affinché la tutta la popolazione possa essere garante della correttezza della operazioni intraprese dalla Società esecutrice dei lavori;

  •  

  • Pubblicizzare, per quanto possa occorrere, quale è l’Istituzione preposta e/o il Responsabile individuato a controllare che le prescrizioni definite dalla Regione Toscana siano puntualmente rispettate;

  •  

  • Rendere pubblico l’esito dei risultati delle analisi chimiche effettuate sui campioni prelevati dalle macerie;

  •  

  • Comunicare la data di inizio delle operazioni di frantumazione, con la divulgazione di adeguati suggerimenti comportamentali, affinché la popolazione più interessata possa premunirsi con i conseguenti accorgimenti al fine di limitare gli effetti negativi dell’areo-dispersione delle polveri;

 

Ci permettiamo inoltre di rilevare che nel Decreto regionale non sono definite puntualmente alcune attività; a tal fine abbiamo chiesto all’Amministrazione se è possibile da parte sua intervenire, come già auspicato, circoscrivendo meglio le relative prescrizioni in merito a:

 

  • Le modalità, i tempi e i luoghi con i quali i laboratori provvederanno al prelievo dei campioni da sottoporre ad analisi, ed il numero di prelievi previsti nei 30gg di attività;

  •  

  • Il numero di Fog-Cannon che saranno necessari per l’abbattimento delle polveri;

  •  

  • Quante volte durante la giornata lavorativa le spazzatrici provvederanno a pulire le strade, lasciando di fatto la capacità di valutazione soggettiva ed ampia (esempio: in caso di incidente stradale inficerebbe la giusta attribuzione delle responsabilità);

  •  

  • Quali sono i parametri di riferimento per la sospensione dei lavori durante le -giornate ventose-; a chi compete la tempestiva valutazione di –giornata ventosa-;

  •  

  • In relazione agli Organi di controllo richiamati nel Decreto autorizzativo, quali Comune, ARPAT e USL, laddove si fa riferimento al fatto che gli stessi “potranno presenziare alle operazioni” di prelievo dei campioni, osserviamo che il testo normativo ha lasciato troppa discrezionalità di interpretazione.

 

In ultimo ci teniamo a ribadire che:

  •  

  • Le analisi che verranno effettuate sui campioni prelevati non dovrebbero essere mirate alla sola ricerca di fibre d’amianto in generale, ma anche sulla sua pericolosa consistenza friabile e specificatamente in tutte le sue forme (Crisotilo, Amosite, Crocidolite, Tremolite, Antofillite, Actinolite).

  •  

  • Le analisi dovrebbero altresì essere impostate anche sul rilevamento di metalli pesanti e altri materiali pericolosi per la salute (Silice libera cristallina, fibre ceramiche refrattarie, Cromo esavalente, etc. etc.), i quali, per esposizione e concentrazione come gli ormai noti effetti dell’Asbesto, potrebbero innescare a distanza di anni inguaribili patologie alle persone residenti vicino al sito di lavorazione.

  •  

  • L'invito fatto al Comitato da parte del Sindaco, per presenziare alle operazioni di campionatura del 31 maggio u.s., è stato da noi raccolto con soddisfazione, ma l’essere presenti in cantiere ha generato anche alcune perplessità e preoccupazioni nel momento in cui abbiamo constatato che i prelievi sono stati compiuti senza la presenza di due Istituzioni coinvolte come ASL ed ARPAT. Per quanto fattibile abbiamo invitato ancora l'Amministrazione comunale a promuovere tutte le iniziative possibili affinché eventuali altri prelievi siano eseguiti in presenza delle richiamate Istituzioni.

 

 

Il Comitato IL FARO 

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemassacarrara@ilsitodimassacarrara.it
Quotidiano Apuano - vecchio sito