massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Campionato Tappini Calcio

Mario Ceccarelli (Apuania) è Campione Italiano

  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - ilsitodiFirenze.it

Sono state delle semifinali entusiasmanti, in bilico fino alla fine che hanno reso la serata un concentrato di emozioni difficili da dimenticare per i presenti. Sin dalla prima partita si era capito che non sarebbe stata una passeggiata per nessuno con i Cervaneros grandi protagonisti contro il Napoli. La matricola passa subito in vantaggio e poi subisce l’ira dei partenopei che si riversano in attacco andando al tiro nello specchio della porta ben 14 volte e trovando un Antompaoli in grado di compiere, tra i pali, una prodezza dietro l’altra issando una barriera impenetrabile. Armando De Sury, nonostante un dominio netto non riesce a trovare il pareggio e, a sorpresa, è eliminato e passa il turno la sorpresa di questo campionato. Nella seconda semifinale tra Internazionale e Aldebaran, invece, l’equilibrio è regnato sovrano con le due squadre che si sono difese bene senza rinunciare ad offendere. N’è uscita una sfida con poche occasioni nitide e qualche recriminazione da parte di Luca Pasquini che ha sciupato un paio di palloni nitidi mentre Andrea Biagi ha cercato, sopratutto, di controllare la partita, in virtù del vantaggio di classifica, per cercare di preservare le forze in vista della partita successiva. Lo zero a zero finale consente ai nerazzurri di accedere al turno successivo. Partita che ha visto affrontarsi due ottime squadre, i quattro volte campioni italiani dell’Inter contro i Cervaneros che, senza alcun favore reverenziale, ha risposto colpo su colpo alle offensive dei Nerazzurri. Una grande sfida giocata ad armi pari. Il vantaggio, che spacca gli equilibri, nasce da un azione fortuita, un tiro velleitario, da parte dell’Inter, carambola casualmente su un tappo avversario e si ferma al suo interno proprio nell’area di rigore di Cervaneros. Da regolamento è considerato fallo di mano e, di conseguenza, calcio di rigore. Andrea Biagi è freddo e segna. Da quel momento la partita cambia fisionomia e Alessio Antompaoli accusa il colpo. Per lunghi tratti è un predominio territoriale da parte dell’Inter ma Cervaneros, come contro il Napoli, sfodera ancora una reattività, tra i pali, impressionate e consente alla squadra di rimanere in partita. Nel secondo tempo arriva il secondo gol, questa volta un tiro magistrale e ben piazzato che di fatto chiude la partita con il punteggio di 2-0 a favore dei nerazzurri. Per Cervaneros il torneo si chiude, comunque, con un onorevole terzo posto, miglior risultato in carriera che rende meno amara l’uscita. In finale la sfida tra l’Internazionale e l’Apuania sembra partire in maniera equilibrata, ma il grande vantaggio di Mario Ceccarelli (arrivato primo in campionato e, quindi, direttamente in finale senza passare dai playoff) si fa sentire prepotentemente dopo cinque minuti di gara durante la quale gli avversari si sono studiati. Al sesto, infatti, la stanchezza psicologica dei nerazzurri esplode con fragore e il gol dell’Apuania spacca il match. Da quel momento Andrea Biagi, nonostante l’impegno, non riesce più a trovare le energie necessarie a riprendere il mano il match e commette diversi errori. Il tiro, sua specialità, diventa spesso debole o impreciso e la partita prende il senso unico dell’Apuania che chiude la sfida con il roboante punteggio di 4-1. Grazie a questo risultato Mario Ceccarelli si conferma, quindi, campione italiano bissando il titolo dopo la vittoria dell’anno precedente e sale nell’elité di Tappini Calcio. L’Apuania, con due titoli conquistati, raggiunge squadre blasonate come la Beta, il Cuba Libre e la Juventus e riesce ad ottenere un bis che mancava dall’edizione del 2004. Inoltre aggiunge un record importante, Mario, infatti, è il primo giocatore ad aver centrato il titolo vincendo tutte le partite, un traguardo che, difficilmente, qualcuno potrà mai raggiungere. 

 

 

Semifinali playoff: 

Napoli-Cervaneros 0-1 (passa il turno Cervaneros)
Internazionale-Aldebaran 0-0  (passa il turno Internazionale in virtù del miglior piazzamento in campionato)
 

 

Finale Playoff:

Internazionale-Cervaneros 2-0

 

Finale Scudetto:

Apuania-Internazionale 4-1

 

 

Nella foto: da sinistra a destra, Antompaoli (terzo), Mario Ceccarelli (primo) e Andrea Biagi

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemassacarrara@ilsitodimassacarrara.it
Quotidiano Apuano - vecchio sito