massacarrara
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
Monday, 01 September 2014 - 22:57
X
Provinciale 23 di Tresana: obbligatoria la manutenzione delle siepi e la potatura delle piante

Lo prevede un’ordinanza della Provincia. Le sanzioni previste dal codice della strada. Eventuali interventi sostitutivi con addebito dei costi.

Immagine articolo - Il sito d'Italia

Il dirigente del settore lavori pubblici della Provincia di Massa-Carrara con una propria ordinanza relativa alla strada provinciale 23 di Tresana obbliga  i proprietari terrieri e i conduttori dei fondi agricoli adiacenti alla strada,  a provvedere alla manutenzione delle siepi e alla potatura delle piante di alto fusto. La strada, infatti, nel tratto compreso tra i centri abitati di Tresana e di Villa, si sviluppa prevalentemente all'interno di zone boschive e piante di alto fusto che protendono rami, foglie e fronde verso la sede stradale, invadendoli e ostacolando la visibilità della strada e la leggibilità della segnaletica stradale. In occasione degli ultimi eventi atmosferici si sono verificati numerosi casi di caduta di piante e rami che oltre a creare disagio alla viabilità, hanno causato la rottura delle linee aeree elettriche e telefoniche, isolando di fatto i paesi a monte della provinciale. Sono anche possibili gravi pericoli alla circolazione per l’allagamento della sede stradale dovuta all’ostruzione di tombini e fossi, specialmente nel periodo di caduta delle foglie e, successivamente, in caso di gelate notturne. A seguito di questi eventi sono state presentate  all'Amministrazione provinciale richieste di risarcimento danni. Per queste motivazioni si è resa necessaria l’ordinanza che obbliga chi detiene gli immobili a qualsiasi titolo al taglio delle siepi, degli arbusti e dei rami che invadono la strada o si protraggono oltre il confine stradale o rendono poco visibile la segnaletica o creano problemi di visibilità alla circolazione. La stessa ordinanza prevede anche l’obbligo di rimuovere  le ramaglie che per effetto delle intemperie o altra causa cadono o si protendono lungo la strada e di regimentare le acque meteoriche nelle aree private affinché non ci siano versamenti straordinari sulla sede stradale. L’ordinanza richiama poi, per gli inadempienti, le sanzioni previste dal codice della strada (da 168 a 674 euro), l’applicazione di eventuali azioni penali per danni arrecati a terzi e la possibilità che i lavori vengano eseguiti dalla Provincia con spese a loro carico.

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazionemassacarrara@ilsitodimassacarrara.it
Quotidiano Apuano - vecchio sito